Per chi gioca a:
Golf Club Tanka

Falkensteiner
Resort Capo Boi *****

Nel blu della Sardegna un 5 stelle favoloso , in stile moresco, che coniuga un mare da sogno al verde del green. Ad appena 2 km dal resort sorge il campo da golf a 18 buche Tanka Golf & Country Club. Inaugurato nel 2007, il campo offre una splendida vista sull’Area Marina Protetta di Capo Carbonara. I 40 ettari su cui si estende il campo richiedono una buona dose di tecnica, precisione e concentrazione. Completano l’offerta un grande driving range con 27 punti di gioco (di cui 12 coperti), chipping/putting e pitching area e un bunker. E dopo una giornata di golf, esclusivo relax nella SPA dell’hotel!

Piscadeddus strada provinciale 17
IT-09049 Villasimius
Tel. +39 0472 975657
reservations.capoboi@falkensteiner.com
www.falkensteiner.com/it/hotel/capo-boi

Hotel Simius Playa

Ampie, comode, accoglienti, intime e tranquille: le 47 camere e suite del Simius Playa Hotel, la maggior parte dotate di terrazza o balcone, si affacciano tutte sul mare o sugli scorci del giardino tropicale che circonda l’albergo. Il Ristorante Simius Playa, aperto a pranzo e a cena, offre un menu à la carte con piatti a base di carne e pesce, specialità e prodotti locali selezionati in base alla qualità. Il menu propone anche prodotti bio provenienti direttamente dal nostro podere.

Via Matteotti, 91
09049 Villasimius CA
Tel: +39 070 79311
Fax +39 070 791571
info@simiusplaya.com
www.simiusplaya.com

Hotel Stella Maris

Tessuti colorati, oggetti particolari che richiamano continenti diversi, finestre ampie e luminose o grandi balconi che si aprono all’esterno: tutto si unisce per creare un’atmosfera familiare e rilassante e donarvi momenti preziosi di pura armonia. E a chi non può fare a meno della tecnologia, le smart TV e il wi-fi libero in tutta la struttura (e anche in spiaggia) permetteranno di svagarsi e rimanere sempre connesso con il mondo esterno, pur godendo dei privilegi delle meraviglie di questo luogo incantato.

Via dei Cedri 3
09049 Villasimius (CA)
Tel:+39.070 797100
Fax:+39.070 797367
info@stella-maris.com
www.stella-maris.com

Capo Carbonara
Area marina protetta

Gli scenari sommersi sono caratterizzati da rocce granitiche che formano pinnacoli e bastioni, avvallamenti, spaccature e tafoni, sovente colorati dal giallo delle margherite di mare o dal rosso delle gorgonie. Nei pressi dei Variglioni dell’Isola dei Cavoli è normale incontrare branchi di barracuda mediterranei e seguirli nei loro pattugliamenti in cerca di cibo, grazie anche alla notevole trasparenza dell’acqua. Nei pressi della Secca di Cala Caterina si può scendere ad ammirare uno spettacolo sommerso fatto di grosse frane granitiche, abitate da una tranquilla popolazione di cernie e orate di grandi dimensioni.

Villasimius
Torre di Porto Giunco

La torre di Porto Giunco è una torre di avvistamento spagnola che si trova sul versante est del promontorio di capo Carbonara, nel territorio di Villasimius. È raggiungibile a piedi dalla caletta di porto Giunco seguendo un sentiero che si snoda nella macchia mediterranea che ricopre il promontorio, oppure in auto dal versante di Capo Carbonara. La torre si trova ad una altezza di circa 50 metri sul livello del mare e dalla sua posizione domina la sottostante spiaggia di porto Giunco e lo stagno di Notteri.La torre alta circa 9 metri è di forma tronco-conica e fu edificata probabilmente nel 1578. Il materiale da costruzione utilizzato è il granito locale. La struttura originaria aveva una volta a cupola. La cima della torre è raggiungibile tramite una scala a chiocciola interna. La torre viene classificata fra le torri senzillas, cioè quelle di media grandezza. Nel tempo la torre subì diversi attacchi e fu ristrutturata più volte, nel 1721 fu abbandonata, ma riprese la sua funzione nel 1758. Nel 1812, quando la Sardegna era già parte dello stato sabaudo, la torre fu assediata da una flotta di navi da guerra tunisine che avevano attaccato anche le torri dell’isola dei Cavoli, di Serpentara, e di San Giovanni di Sarrala, ma resistette. L’ultima citazione nota la dà ancora in servizio nel 1843, anche se fu abbandonata poco dopo.

Villasimius
Museo Archeologico

Il Museo Archeologico di Villasimius nasce, innanzitutto, dall’esigenza della comunità di conoscere se stessa e la sua storia attraverso le testimonianze della cultura materiale a partire dal patrimonio messo in luce dagli scavi e dagli studi effettuati nel suo territorio. L’allestimento è stato curato, dunque, in funzione della comprensione degli oggetti esposti e delle culture da cui scaturiscono, anche attraverso la ricostruzione degli ambienti originari da cui provengono.
Nel Museo si raccolgono, si conservano e si comunicano le conoscenze: è un punto di partenza per la ricerca e la scoperta, primo nucleo di un laboratorio territoriale che vuole interagire dinamicamente con le istituzioni di ricerca, le associazioni, gli studenti, gli appassionati, i turisti, e chiunque voglia scoprire le origini della nostra cultura.